MAI – via Aleardi 5

Il Mai originale ovviamente è qui, in piena chinatown, due vetrine nella vietta, fra la lavanderia cinese e la macelleria cinese, l’insegna stessa è in cinese e la location è da posto di scambio sulla linea transmongola. Otto tavoli di legno con seggioline di legno, dislocati fra i frigo e la vetrina, luce bassa, italiani e cinesi in parti uguali, che fanno macello i primi che suggono zuppe i secondi.

Il menù è vasto e comprende tutto quanto già trovato nel più grande e patinato Mai – MXC , ormai chiuso ma già rimpiazzato, mi dicono i proprietari, da un nuovo Mai in via Bambaia (che è quindi il mio nuovo asterisco).

Con Mai, non si finisce mai e ogni volta che ci vai scopri che ce n’è un altro. Non potevo comunque farmi mancare la casa madre, dove si conserva lo stile originale e verace da esportare poi nei progetti più commerciali. Ho voluto quindi testare gli shanghaiani sulle basi e ho ordinato varie porzioni di ravioli che ho trovato tutte buone. Xiaolongbao dalla pasta sottile ma resistente che contenevano un brodino di manzo ustionante e carico e ravioli alla griglia ai “tre gusti” – ma io ho individuato solo spinaci e tofu – che sembravano ricotta e spinaci e pur senza carne si difendevano egregiamente. Incuriosito anche dagli stufati nella terra cotta ho ordinato quello misto, sperando in chissà cosa, ma siccome qui ancora non è facile intendersi (per capire quanto è verace la situazione) mi arriva un misto di verdure, tofu, gamberi e cozze. Mi rassegno a stare leggero, ma trovo tutto gradevole, ben cotto e delicato. Persino le verdure saltate di contorno mi sono piaciute, cosi come la teiera di porcellana con i ghirigori azzurri nella quale ci hanno servito il té.

Certo che da Mai si possa osare molto molto di più, e tutto sommato a buon mercato, mi riprometto di seguire le vicende imprenditoriali di questi ristoratori che si stanno lanciando proprio là dove la concorrenza è più spietata – cioé nei primi cento metri di via Padova, ma sempre tenendo a mente che il cuore dell’impresa resta qui: nel piccolo Mai di via Aleardi, mezzo buio e con l’insegna in cinese.

51283594_2435450986559077_2333025131380604928_n

Un pensiero riguardo “MAI – via Aleardi 5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...