Mai Xiang Cun MXC – viale Fulvio Testi 3

ATTENZIONE: locale recentemente chiuso, vedi Mai di via Aleardi 5

Una delle ragioni per le quali nella vita vera non dico mai che scrivo un blog di cucina asiatica è che nove su dieci la persona a cui lo dico risponde: ah ma allora devi venire a provare il cinese sotto casa mia, è buonissimo! A questo giro però ci casco io e recensisco MAI – MXC che è l’unico ristorante cinese del mio quartiere che mi sento veramente di raccomandare.

Sì perché se una notte d’inverno un viaggiatore si trovasse a imboccare il viale Fulvio Testi in direzione autostrada, o a tornare a casa da quella parte, proprio all’ora di cena, vedrebbe la bella insegna gialla di MAI fendere le tenebre.

Seguite allora senza paura quella luce, parcheggio si trova facile, ed entrate in quello che un tempo fu un ristorante di pesce – e infatti dentro ancora campeggiano reti, remi e altri complementi d’arredo da barca. C’è anche una grande mappa della Cina perché i ragazzi, che sono di Shaghai, in realtà frequentano con successo varie cucine regionali. Il che non conferisce esattamente uno stile univoco al locale ma lo rende un buon porto dove sedersi con tranquillità d’animo sicuri di mangiare bene scegliendo quello che si vuole.

Nel menù si trova un po’ di tutto. Dai grandi e sostanziosi ramen – delizioso quello con le puntine di maiale, ai panini al vapore ripieni (baozi), alle cosiddette “scodelle di fuoco” di carne, cipollotti e peperoni, alle verdure saltate – noi provate le melanzane: ottime, alle specialità alla griglia: spiedini di varie carnine, pesci, molluschi, interiora e verdure assortite (fra quelle cinesi, immancabili le rondelle di radice di loto) tutti ben panati nelle loro brave spezie. Ci sono anche i grandi classici risi cantonesi, vitelli funghi e bambù, polli fritti, ravioli – sia “normali”, che Xiao Long Bao (quelli tondi con il brodino dentro).

Insomma ce n’è per tutti e per tutti i gusti, per il nostalgico dell’involtino primavera e per l’avanguardista dello spiedino di ventriglio di capra, ma la cosa che unisce veramente la varietà di tutte queste proposte è, si può dire, la qualità. E’ tutto buono, ben cucinato, gustoso, digeribile e arriva caldo, che, scusate se è poco, ma non è affatto poco. Lo scontrino sarà proporzionato di conseguenza e anche questo è a mio avviso da apprezzare perché denota la consapevolezza e la dignità del ristoratore – che non ti tira dietro la roba che tanto vale quel che vale. Se invece volete risparmiare vi dico, visto che sono di zona, che dall’altra parte della strada – in piazza – c’è la storica rosticceria (anni novanta) Ponte d’Oro, dove fanno ancora le nuvole di drago e con quindici euro ci mangi in tre.

C’è un altro piccolo MAI dalle parti di via Paolo Sarpi, ci sono passato e ha l’aspetto di un fast food, la volta che ci entro aggiungerò una nota a questo post. Mai dire MAI!

51149336_2421147981322711_184843534015135744_n

 

 

Un pensiero riguardo “Mai Xiang Cun MXC – viale Fulvio Testi 3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...