MEI LIN – via Giovanni sul Muro 13

Da Mei Lin il bello sono le specialità malesi, o malesiane come dicono loro. From Malesia insomma. Voglio dire, dove la trovi la cucina malese a Milano? Se siete di quelli che devono mettere la bandierina un po’ dappertutto eccovi l’indirizzo per mettere questa.
Mei Lin è un ristorante a gestione familiare mezza cinese (la moglie) mezza malese (il marito e cuoco), con un menù ampio dove si trovano un po’ di classici cinesi, qualche cosa di indiano e un po’ di consigli dello chef. Orientiamoci su questi ultimi quindi e tanto per non far vagare l’occhio sulla lista stile mucca davanti al treno, armiamoci di un dizionario essenziale. Sambal, per esempio, è un termine buono per orientarsi. Sambal è la salsa speziata e piccantina a base di peperoncini fritti e gamberetti, e quella, se la ricetta è malese, ce la trovi al novanta percento. Poi teniamo presente che il piatto unico nazionale si chiama Nasi Lemak ed è composto da uno zuccotto di riso bianco profumato al cocco, uovo sodo a fette, cetriolo idem, salsa sambal di cui sopra e contorno di carne a piacere. Noi avemmo i gamberi, belli ciccioni, morbidi e più dolci che agri, ma si può prendere il Nasi Lemak anche con il pollo o il manzo Rendang (preparazione indonesiana ma che va forte anche in Malesia).
La Malesia infatti è così: piccolina e in mezzo a tutto – Indonesia, Tailandia, in vista dell’India e comunque sotto il gigante cinese. La cucina malese è quindi una cucina multiculturale che promette molto. Intanto che aspettiamo di andare a vedere di persona ci accomodiamo per qualche assaggio da Mei Lin. Infatti, nella morigeratezza austera di una pausa pranzo, giusto quello ci siamo concessi: un Nasi Lemak a testa e da dividere una porzione di gamberi fritti (encomiabili) e un dolce (palline di pasta di riso morbide e ripiene di salsa al sesamo e ricoperte di semi di sesamo – qua chiamate bigné, là mochi).  Restano nella manco lista l’ Otak-otak (tortino di branzino grigliato in foglia di banano), l’insalatina di mango verde con salsa di pesce e i gamberi in salsa Nyonya, quindi mi sa che si torna.
Per la prima incursione intanto diciamo: tutto buono ma, con solo un’acqua a testa, non proprio economicissimo. D’altra parte sei in centro a Milano carino: cosa pretendi? Se te gh’hee no i danè, stà a cà toa (come ti ricorda in malesiano stretto, il Budda che ride (di te?) piazzato all’ingresso).

38072267_2085515294885983_1654659597010468864_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...