SAKEYA – via Cesare da Sesto 1

Sakeya è la house of sake, dice il sottotitolo, o izakaya, alla giapponese: locale dove prevalentemente si beve (sake) e sono disponibili anche degli spuntini.
Da Sakeya il giapponesismo è qualcosa di quintessenziale. Lo stile dell’arredamento richiama più un gentlemen’s club (poltrone di cuoio, mobili déco in legno, specchi e lampade vintage, mattoni a vista e luce soffusa) che un ristorante giapponese tradizionale. Quanto agli “spuntini” diciamo che non è un caso che il personale di servizio ci tenga a informarvi circa il “volume” delle portate che state ordinando, ce ne vorranno almeno tre per fare una cena.
La lista dei sake è amplissima (occorrerebbero conoscenze più approfondite – cfr. mio articolo su Enoteca WINE) ma il personale gentile e disponibile  saprà ben indirizzarvi. Vengono proposti anche alcuni cocktail a base di sake, estratti di the, infusi di bergamotto, che possono sciogliere il milanese più imbruttito nell’approccio alla nuova bevanda. Da dimenticare in ogni caso il bricchetto caliente che vi ammaniscono a fine pasto nel ristorante giappo medio (raus), il sake è tutto un altro mondo e Sakeya pare il posto adatto per esplorarlo.
La carta si divide in sezioni: ci sono gli Obanzai – antipastini – i Sumibi Kushiyaki – pietanze cotte su brace di carbonella – e le specialità dello chef Masa, vere e proprie portate principali. L’attenzione alla qualità e alla freschezza degli ingredienti è massima e va detto che ogni singolo boccone di qualunque cosa apre una visione mistica sulle idee platoniche del buono, del bello e del giusto (mi sogno ancora la notte l’UNAGI TO NASUBI – tortino di melanzana e anguilla cotto in tempura). Tra gli igredienti troviamo protagonisti imperiali quali, in ordine sparso, i gamberi freschi di Mazzara del Vallo, lo sgombro e il salmone norwegesi, l’astice canadese, il porcelon iberico e soprattutto il WAGYU – vera perla del Giappone che il cameriere celebra con un unico sospiro che fa: manzogiapponesemassagiatoconlabirra.
Si sarà capito a questo punto che Sakeya è una stella del firmamento. Non il posto dove ti abbuffi di sushi e sashimi, ma un raffinato ambiente cosmopolitano dove fare un’esperienza di alta cucina e un’immersione nel sake comme-il-faut.
Nonostante le altezze a cui viaggia il Sakeya è un locale molto accogliente, infatti vi accoglie dall’aperitivo alla cena anche tardi e, a quanto pare, la domenica mattina per il brunch (di cui allego di seguito locandina, e per la bella grafichina che mi piace e per rendere un’idea della spesa che vi attende). Kanpai.

sakeya-brunch-727x1024-425x600

Un pensiero riguardo “SAKEYA – via Cesare da Sesto 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...